La Williams Advanced Engineering ha sviluppato assieme alla Italdesign un pacchetto tecnologico dedicato al mondo delle auto elettriche. L’azienda inglese ha infatti messo a disposizione la piattaforma modulare Exv, che potrà essere utilizzata per dare vita ad una gamma completa di modelli, spaziando dalle berline alle crossover, passando per le sportive con carrozzeria coupé e cabriolet. Nell’ambito di questa sinergia, la Italdesign si occupa dello sviluppo dello stile, della user experience e dell’industrializzazione del progetto, che può essere personalizzato in base alle esigenze di ogni singolo cliente. 

Fino a 1.360 CV per la piattaforma modulare. L’obiettivo del progetto è di ridurre i tempi di industrializzazione, aumentando al contempo la flessibilità anche in caso di numeri di produzione limitati. La piattaforma è predisposta per gestire potenze fino a 1.360 CV, in configurazione a trazione posteriore o integrale, e ospita batterie con funzione strutturale, nate grazie all’esperienza della Wiillams come fornite della Formula E. La monoscocca di carbonio è stata disegnata intorno agli accumulatori per ridurre il peso e aumentare la rigidità torsionale, semplificando allo stesso tempo il processo produttivo. La struttura è inoltre pensata per poter accogliere carrozzerie di metallo, alluminio o carbonio, e per offrire un passo di lunghezza variabile da 2,9 a 3,1 metri. La natura stessa della piattaforma e il posizionamento delle batterie consente inoltre di ridurre l’altezza totale della vettura, offrendo maggiore libertà nella definizione dello stile.

1.000 km di autonomia con le future batterie da 160 kWh. Per produzioni fino a 500 unità, la Italdesign potrà occuparsi dell’intero processo in autonomia a Torino, ma il progetto con la Williams Advanced Engineering è ottimizzato per volumi fino a 10 mila unità all’anno, da costruire in fabbriche dedicate. Le batterie inizialmente previste hanno una capacità di 102 kWh, ma si pensa già di poter fornire, senza variazioni negli ingombri, equipaggiamenti di livello superiore, da 120 e 160 kWh, per raggiungere il target di 1.000 km di autonomia. Il sistema a 800 Volt è compatibile con la ricarica a 250 kW, ma è previsto anche un futuro upgrade a 500 kW, quando le infrastrutture saranno disponibili. 

Stile su misura per ogni cliente. Nel video introduttivo del progetto (clicca sopra) la Italdesign ha mostrato anche alcuni esempi di vetture costruite sulla piattaforma Evx. Non si tratta, per ora, di modelli destinati alla vendita, ma le immagini consentono di farsi un’idea delle potenzialità di questa soluzione: si vedono, per esempio, le quattro varianti di carrozzeria previste e uno scorcio degli interni, nei quali la plancia è di fatto sostituita da un unico grande display e i comandi fisici lasciano il posto a quelli a sfioramento.