La Volkswagen ha diffuso una nuova immagine teaser della prossima generazione dell’Amarok. Il rinnovato pick-up nascerà nell’ambito della collaborazione con la Ford e, parallelamente, il marchio tedesco sta lavorando su più fronti per ampliare e ammodernare la propria gamma di veicoli commerciali. Il rinnovamento ruota attorno a due elementi cardine: l’elettrificazione e i sistemi di guida assistita.

Amarok più aggressivo. Il debutto in società del nuovo Amarok, e di quello che sarà il fratello “made in Usa”, il Ford Ranger, avverrà nel prossimo anno. Il teaser del modello di Wolfsburg prefigura un veicolo decisamente più aggressivo e massiccio del pick-up che già conosciamo: il cofano alto e i parafanghi squadrati, molto accentuati, sono abbinati a un frontale che gioca sul contrasto tra cromature e profili d’alluminio. I gruppi ottici formano un tutt’uno con la mascherina, mentre le prese d’aria alte lasciano molto spazio nella zona inferiore per migliorare l’angolo d’attacco. I ganci traino arancioni, la gommatura generosa e gli elementi delle sospensioni anteriori a vista danno l’impressione di un veicolo piuttosto orientato alla guida in fuoristrada, ma il bozzetto potrebbe non raffigurare fedelmente l’aspetto definitivo della vettura di serie.

Novità in arrivo. Sempre il prossimo anno, nello stabilimento di Pozna, prenderà il via la produzione di un van compatto basato sul Caddy per la Ford, ma il 2022 sarà per la Volkswagen soprattutto l’anno della ID Buzz, che in futuro verrà declinata anche come veicolo autonomo, frutto del lavoro congiunto con la Argo AI: “Prevediamo di vedere in uso i nostri sistemi autonomi entro il 2025 spiega Carsten Intra, presidente del consiglio di amministrazione della divisione commerciale della Volkswagen. In attesa di queste novità, tra poche settimane il costruttore tedesco presenterà la nuova Multivan, disponibile fin dal lancio anche nella versione plug-in hybrid.