La leggendaria Opel Manta del 1970 potrebbe ritornare sulle strade, con il nome GSe ElektroMOD. Si tratta di uno dei progetti della casa tedesca, che, come altri costruttori, ripesca le auto più iconiche del suo passato per riproporle a batterie. Il prototipo potrebbe dunque affiancarsi alla Mokka-e, la Bev attesa a breve nelle concessionarie. La Manta GSe ElektroMOD sarebbe l’ultimo capitolo del crescente fenomeno dei “restomod”, auto restaurate mescolando tecnologie e design originali e nuovi. Completamente elettrica e dotata di un cockpit digitale al posto di quello obsoleto a lancette, la nuova versione della coupé di cinquant’anni fa punterebbe a essere sportiva come una Opel GSe degna del suo nome, mostrando ben altre ambizioni nella parte “mod” del suo nome: ovvero, tecnologia moderna e stile di vita sostenibile, ma anche la suggestione dell’abbreviazione inglese di “modification”. Inoltre, il riferimento all’elettrica nel nome scelto, scritto alla tedesca, riporterebbe alla memoria le mitiche Elektro GT che stabilirono record mondiali per i veicoli sa batterie proprio mezzo secolo fa.

Il futuro in un lampo. Con la sua trazione elettrica sostenibile, a emissioni zero, la Manta, nelle intenzioni dei progettisti di Rüsselsheim, diventerebbe davvero un modello immortale, capace di abbattere le difficoltà di recupero di ricambi per il motore e la trasmissione e, ovviamente, di aggirare ogni possibile divieto di circolazione per le auto a benzina più vecchie, seppure di alto valore storico. La trasformazione in ElektroMOD, d’altra parte, mostra perfettamente quanto siano senza tempo le linee del 1970. Una silhouette scultorea, da berlina-coupé, capace di adattarsi perfettamente alla filosofia del design Opel oggi. Ma questo, in effetti, si sapeva già: la GSe ElektroMOD, infatti, non è altro che l’ennesimo tributo alla progenitrice che proprio di recente ha ispirato il design del nuovo corso del marchio, chiamato Opel Vizor, che integra in un unico modulo la griglia, il sistema di illuminazione e il logo del Blitz. Il fulmine della Manta, la scarica di Volt per eccellenza, sarà anche il simbolo della svolta Opel, che conferma l’intenzione di elettrificare l’intera gamma entro il 2024, che si tratti di ibride plug-in come la Grandland X o di compatte completamente astemie di benzina come Corsa-e, Zafira-e Life, o furgoni come il Combo-e o il Vivaro-e.