La protagonista del Diario di bordo di questa settimana è la crossover compatta Opel Crossland nella versione GS Line, spinta da un motore turbobenzina da 1.2 litri. Con i suoi quattro metri e 21 centimetri di lunghezza, la tedesca è perfetta per la città ma al tempo stesso sufficientemente spaziosa da ospitare, senza troppe rinunce, fino a cinque persone. Niente male anche il bagagliaio, con i suoi 410 litri dichiarati dalla Casa, ma la Crossland offre anche la comodità della panca posteriore scorrevole: un jolly che permette di concedere più spazio alle ginocchia dei passeggeri in seconda fila o ai bagagli a seconda delle esigenze del momento. Nel cofano, il tre cilindri turbo eroga 130 cavalli e 230 Nm di coppia ed è abbinato al cambio automatico a sei rapporti. Non è invece prevista, nemmeno a pagamento, la trazione integrale, ma è possibile optare per l’IntelliGrip: un sistema elettronico che regola la trazione sulle due ruote motrici in base al tipo di fondo che si va ad attraversare. Passando alle prestazioni, questa versione della Crossland tocca i 198 km/h di velocità massima e copre lo 0-100 km/h in 10,2 secondi, con un consumo dichiarato, nel ciclo misto, di 5,7 l/100 km. La GS Line 1.2 benzina 130 CV automatica viene proposta con un prezzo di partenza di 25.850 euro: l’esemplare protagonista del Diario di bordo dispone, in aggiunta all’equipaggiamento standard di questo allestimento, della vernice metallizzata Quartz Grey, dei fari Full Led, dell’head up display, del sensore angolo cieco integrato negli specchietti, della retrocamera con visuale a 180, del park assist, dei cerchi da 17″, del sistema multimediale più completo (che include anche il navigatore), dell’head-up display, del Winter pack (sedili e volante riscaldabili), del parabrezza termico, del clima automatico bizona, per un prezzo finale di 31.480 euro. 

Vista da fuori [Day 1]. Nuovo frontale, più pulito e affilato: è il concetto Vizor, il nuovo corso stilistico introdotto dalla Opel sulla Mokka e ora esteso anche a questa Crossland per il suo restyling di mezza carriera. Fari più sottili e, al posto della griglia, ora c’è una superficie piena, lucida, come siamo abituati a vedere sulle auto elettriche. Intenso il contrasto di colore creato grazie al tetto e ai cerchi neri di questa versione GS Line, con un tocco di aggressività dettato dalla modanatura rossa che corre sul fianco. A livello di forme, rimane una B-Suv abbastanza grande, lunga 4,21 metri, con uno sviluppo in altezza importante. E questo fa subito capire che Crossland offre tanto spazio, soprattutto se lo si rapporta alla sua lunghezza. Di fatto, lei è l’auto perfetta se in famiglia ce ne può essere una e una soltanto. Roberto Ungaro, Redazione WebTV