Non solo Formula 1 per la Alpine: il brand francese ha svelato oggi forme e colori della nuova A480, la vettura con la quale il team affronterà le sfide del Mondiale Endurance 2021 nella classe Hypercar.

Una nuova sfida. Inizialmente, la Alpine A480 era stata progettata per prendere parte alla LMP1, come vettura non ibrida. Poi è arrivata l’opportunità della nuova classe Hypercar, una novità molto apprezzata dai costruttori, e Alpine ha colto la palla al balzo per schierarsi già da quest’anno nella classe regina. Rispetto alla A470 che ha corso in LMP2, la A480 è figlia di una filosofia costruttiva differente. Mentre la LMP2 è riservata ai team indipendenti con motore e telaio uguali per tutti, la classe Hypercar accoglie i costruttori che vogliono sfidarsi con minori restrizioni tecniche che portano ad avere vetture più potenti, più leggere e con un’aerodinamica molto più complessa. La Alpine A480 è stata realizzato sulla base della Rebellion R13 della Oreca, adattata ai nuovi regolamenti Hypercar. spinta dal motore V8 4,5 litri della Gibson Technology ed è equipaggiato con gomme Michelin. Laurent Rossi, ceo della Alpine, ha commentato dicendo: Il motorsport fa parte del DNA della Alpine. Da quando siamo tornati a correre nelle gare di durata, nel 2013, abbiamo vissuto magnifiche emozioni e ottenuto favolose vittorie. Dopo otto anni, è arrivato il momento di fare il salto nella categoria regina per un nuovo inizio. L’evoluzione dei regolamenti ci dà l’opportunità di esprimere la nostra passione e mettere in pratica il nostro know-how tecnico.

Forti ambizioni. Al timone del team Alpine rimane ancora Philippe Sinault che dal 2014 ricopre con successo il ruolo di team principal. Durante la presentazione di oggi, ha detto: “Ci siamo messi sempre alla prova dimostrando di essere capaci di difendere i colori della Alpine ai massimi livelli. Questa nuova sfida fa parte della nostra mentalità. Iniziamo questo nuovo viaggio con umiltà e tanta voglia di fare bene per portare ancora una volta Alpine nel Pantheon del motorsport, francese e internazionale”.  La Alpine A480 scenderà in pista con il numero 36 stampato sulle fiancate. Un numero a cui tutto il team è particolarmente legato, perché è quello con cui Alpine ha vinto tre delle ultime cinque edizioni della 24 Ore di Le Mans nella categoria LMP2. Al volante ci saranno Nicolas Lapierre – uno dei maggiori esponenti nei successi passati – insieme al connazionale Matthieu Vaxiviere e al brasiliano André Negrao.