La filiale statunitense della Mercedes-Benz ha disposto il richiamo di 1,29 milioni di vetture commercializzate sul mercato nordamericano. L’iniziativa riguarda un’ampia gamma di modelli prodotti tra il 2016 e il 2021 ed è stata avviata dopo l’individuazione di un problema al sistema elettronico delle chiamate di emergenza

I dettagli. Il richiamo, secondo quanto notificato all’agenzia per la sicurezza nei trasporti Nhtsa (National Highway Traffic Safety Administration), interessa le Mercedes CLA, GLA, GLE, GLS, SLC, Classe A, GT, Classe C, Classe E, Classe S, CLS, SL, Classe B, GLB, GLC e Classe G. Un temporaneo distacco dell’alimentazione del modulo per le comunicazioni, causato da un incidente, potrebbe determinare un una potenziale disfunzione della chiamata di emergenza, ha spiegato la Mercedes-Benz, sottolineando di non esser a conoscenza di alcun caso di incidenti o lesioni legati al difetto. La riparazione sarà condotta tramite un aggiornamento del software in officina o in modalità “over-the-air. Il problema è stato, tra l’altro, individuato in Europa grazie a un’indagine avviata nell’ottobre del 2019 in seguito a una segnalazione dell’ “eCall center della Casa di Stoccarda: in quel caso, una vettura aveva inviato una richiesta di intervento trasmettendo, però, una posizione non corretta dell’incidente.