La Mercedes-Benz ha pubblicato delle immagini che raffigurano i prototipi della nuova generazione della SL impegnati nei test invernali, vicino al Circolo polare artico. In attesa della presentazione della roadster, prevista per la prossima estate, la Casa di Stoccarda ha colto l’occasione per anticiparne diversi dettagli tecnici.

La prima SL integrale. La sigla che identifica la vettura dice molto sul cambiamento voluto dai vertici della Stella: la sportiva, infatti, si chiamerà Mercedes-AMG SL, sottolineando che lo sviluppo del progetto è stato portato avanti dei tecnici di Affalterbach, come già accaduto per la AMG GT. La roadster tornerà al tetto di tela ripiegabile elettricamente e alla configurazione 2+2 dell’abitacolo, ma sono previste anche novità assolute: sarà infatti la prima SL a essere dotata della trazione integrale 4Matic+ con ripartizione variabile della coppia ed è prevista l’aerodinamica attiva, con un’ala posteriore mobile.

Arriverà la scossa (forse). Quello che ancora la AMG non ha rivelato è ciò che si nasconde nel cofano: difficile immaginare una SL senza un plurifrazionato a otto o sei cilindri, magari abbinato al sistema mild-hybrid EQ Boost, in modo da coniugare prestazioni ed efficienza. La sportiva open top potrebbe quindi ereditare le motorizzazioni che, per esempio, spingono la AMG GT 4 Coupé.