Sotto le sembianze di un’Alfa Romeo Giulia dalle proporzioni insolite si nasconde, con ogni probabilità, il prototipo della nuova Maserati GranTurismo. Si tratta chiaramente di un test preliminare limitato alla piattaforma, per un modello destinato a segnare il futuro del Tridente dopo l’arrivo della MC20 e l’ormai imminente debutto della Grecale.

Passo lungo, carreggiate larghe. Della GranTurismo vedremo la versione definitiva nel 2023, ma proprio grazie alle modifiche operate sulla Giulia usata per i collaudi possiamo già avere dei dati interessanti, almeno sulle quote. Il passo allungato rispetto alla berlina di Arese, infatti, è concentrato nella parte anteriore, e anche le carreggiate sono state sensibilmente allargate. Osservando da vicino il frontale, poi, anche le prese d’aria e la sporgenza stessa della mascherina sembrano diverse dall’originale. La coupé sarà quindi piuttosto imponente ed è già previsto, a seguire, il lancio della GranCabrio.

Sarà anche Folgore. La GranTurismo avrà poi l’onore di portare al debutto i modelli Folgore totalmente elettrici, dei quali la Maserati ha già anticipato lo schema a tre motori con batterie da 100 kWh. Non mancheranno, tuttavia, le versioni benzina, che potrebbero offrire il V6 Nettuno appena lanciato sulla MC20.