La Genesis svela la sua interpretazione della coupé sportiva elettrica. Si tratta della X Concept, presentata a Los Angeles con l’obiettivo di mostrare l’evoluzione futura del design che è stato introdotto sui modelli più recenti del marchio premium della Hyundai.

Stile a metà tra passato e futuro. Lo stile è inedito, ma prende spunto dal tema “two lines” che caratterizza le vetture della Casa già in commercio, come nel caso dei gruppi ottici, i quali sono divisi in due linee orizzontali che proseguono sulle fiancate. Nonostante il minor ingombro della meccanica, le proporzioni sono piuttosto classiche e troviamo elementi decisamente sportivi come i passaruota bombati e le generose prese d’aria frontali, le quali condividono lo spazio con la grande mascherina Crest Grille che si congiunge con i fari. Gli specchietti retrovisori sono sostituiti da videocamere e le maniglie delle portiere sono del tutto assenti. La scelta di unire il cofano e la parte superiore dei parafanghi, inoltre, ha permesso di creare un unico elemento anteriore privo di linee di giunzione. La verniciatura Lenóis Blue è stata creata ispirandosi ai paesaggi del Maranhenses National Park, un riferimento al rispetto dell’ambiente della vettura a batteria.

Tutto ruota intorno al guidatore. Gli interni sono apparentemente classici nella loro impostazione, ma in realtà mascondono alcuni elementi originali. La plancia, totalmente rivolta verso il guidatore, è caratterizzata dalla tinta specifica Scotch Brown che contrasta con l’Ocean Wave Green Blue del resto dell’abitacolo. La console centrale, inoltre, è sollevata dal pavimento e sorretta da una singola trave che divide il guidatore dal passeggero e ospita i comandi della trasmissione e delle modalità di guida, raggruppati in un unico elemento rotante denominato “Crystal Sphere”. Tutti gli altri comandi fisici, invece, sono sostituiti da schermi curvi. Per quanto riguarda il powertrain e la piattaforma alla base della X Concept, invece, la Genesis non ha fornito nessuna informazione specifica, dichiarando che ha preferito concentrarsi totalmente sullo stile e sulla filosofia del progetto.