Con Garage Italia Customs la Fiat Panda prima serie ha trovato una seconda giovinezza, grazie alle personalizzazioni e alla trasformazione a propulsione elettrica che hanno dato vita alla linea Icon-e: la versione 4×4 della piccola torinese rinasce ora con il nome Integral-e e viene proposta in serie limitata.

Due motori e altrettanti livelli di ripartizione della coppia. La base di partenza è la Fiat Panda 4×4 prima serie, ma la trazione integrale è ottenuta installando due motori elettrici a bordo per fornire coppia ai due assali. La trasmissione manuale ovviamente è stata eliminata e al guidatore resta soltanto la possibilità di scegliere tra le modalità di guida Sport ed Eco: la prima ripartisce al 50% la coppia tra gli assi, mentre la seconda ne invia l’80% sull’anteriore: i dati relativi a potenza e autonomia della vettura, però, non sono stati resi noti. I classici comandi D, N, R per la marcia sono stati integrati in una piccola plancia con tre pulsanti posizionata tra i sedili, mentre la presa di ricarica si trova dove originariamente era previsto il bocchettone di rifornimento di benzina. La disposizione degli elementi del powertrain, infine, ha permesso di mantenere nel cofano originale la ruota di scorta.

I partner tecnici. Per realizzare la Panda Integral-e sono stati coinvolti anche i partner che hanno contribuito alla realizzazione di altre serie speciali: la JBL, per esempio, ha sviluppato l’impianto audio con diffusori su misura, mentre i rivestimenti interni sono di Alcantara e i pneumatici sono forniti dalla BF Goodrich. La plancia, infine, è impreziosita dal volante Nardi privo di airbag e dalla strumentazione digitale inserita nel cockpit originale.