Dopo lunghe consultazioni, la Formula 1 ha trovato un accordo unanime per l’adozione della Qualifica Sprint, un format del weekend completamente rivisto che sarà adottato in tre gare del Mondiale 2021. Per il momento non sono state ufficializzate le date in cui sarà provato il nuovo format, ma è stato solamente confermato che si tratterà di due gare europee e di una extra-europea.

Il concept. Inizialmente conosciuto come Sprint race, questo progetto è stato pensato con l’obiettivo di aumentare l’azione in pista e coinvolgere gli appassionati in modo innovativo. Allo stesso momento, il nuovo format dovrebbe dare ai piloti in pista nuovi stimoli e l’opportunità di recuperare posizioni nella breve gara del sabato, così da potersi giocare tutte le carte durante il Gran Premio della domenica. In generale, cambierà il modo in cui ci si approccerà al weekend, poiché cambiano totalmente le regole.

Il nuovo format. La prima sessione di prove libere si svolgerà al mattino e durerà 60 minuti. Alle squadre saranno consegnati due set di gomme, che sceglieranno liberamente. Il venerdì pomeriggio, si procede con una sessione di qualifiche classiche: un’ora in cui i piloti proveranno a segnare il miglior tempo della sessione. I risultati di questa prima qualifica darà vita alla griglia di partenza della Qualifica Sprint.  Il sabato mattino si scende nuovamente in pista per un’altra sessione di prove libere, dove le squadre avranno un treno di gomme da scegliere liberamente e consentirà alle squadre di fare cambiamenti minori, perché già dal giorno precedente scatterà il Parco Chiuso, ossia il divieto di effettuare cambi alle componenti principali. Il sabato pomeriggio si correrà la vera e propria Qualifica Sprint: una gara di 100 km i cui risultati daranno vita alla griglia di partenza del Gran Premio della domenica.