Gunther Steiner lo aveva anticipato, alla fine della passata stagione: la Haas rompe con il passato. Lo ha fatto già lo scorso dicembre, annunciando una nuova coppia di piloti. Due debuttanti dalle belle speranze: il tedesco Mick Schumacher e il russo Nikita Mazepin. E oggi conferma la tendenza, con la presentazione della nuova VF-21.

Addio al grigio. La Haas scenderà in pista con una nuova e accattivante livrea, con la quale la squadra americana dice addio al grigio tipico della Haas Automation per una nuova linea prettamente bianca. La nuova livrea è una sorta di omaggio all’arrivo del nuovo sponsor russo “Uralkali”, ossia la società di fertilizzanti russa a cui fa capo proprio il padre di Mazepin. Non è un caso, infatti, che la vettura sia caratterizzata da strisce blu e rosse che – oltre al bianco – richiamano specificatamente la bandiera russa.

La presentazione in Bahrain. Mazepin e Schumacher porteranno al debutto la nuova VF-21 nei test del Bahrain. Proprio sul circuito del Sakhir, il prossimo 12 marzo, il team farà la sua presentazione ufficiale alla presenza dei due piloti e del management. La parola d’ordine è profilo basso, soprattutto per questa stagione che si preannuncia tutta in salita. La squadra americana punta tutto sul 2022 e ha rinunciato allo sviluppo di questa stagione: un rischio calcolato per quello che sarà sicuramente un anno di transizione, lontani dai riflettori, anche per permettere a Schumacher e Mazepin di fare esperienza.