Lewis Hamilton ha conquistato la pole position del Gran Premio di Spagna, quarta prova del Mondiale di Formula 1 2021. Un risultato dal sapore speciale, perché quella odierna è la centesima pole in carriera per il pilota inglese: un record assoluto. Lewis ha conquistato la partenza al palo per appena 36 millesimi di secondo sulla Red Bull di Max Verstappen, mentre Valtteri Bottas ha chiuso terzo, staccato di poco più di un decimo.

Quota 100. Dal 2016 a oggi, la Mercedes è sempre stata in pole position a Barcellona e solamente una porta la firma di Valtteri Bottas, mentre tutte le altre sono di Lewis Hamilton. Oggi l’inglese ha scritto un altro record, con la centesima pole in carriera: “100 pole, è incredibile!”, ha detto lo stesso Hamilton al microfono di Pedro De la Rosa, che lo ha intervistato a fine gara. “Devo ringraziare tutto il team, perché è grazie a loro se tutto questo è possibile. Il primo giro in Q3 è stato perfetto, ma ero un po’ in ansia perché avevamo fatto dei cambiamenti alla vettura e non sapevamo se avrebbero funzionato. Sono soddisfatto per come è andata”.

Lotta a tre. La qualifica è stata tiratissima, come ci si aspettava alla vigilia. Ferrari, McLaren e Alpine si sono dati battaglia per entrare in Q3 e la Rossa di Maranello può sicuramente essere soddisfatta, grazie al quarto tempo di Leclerc e al sesto di Carlos Sainz. Tra di loro, la Alpine di uno strepitoso Esteban Ocon, che ha mostrato tutta la sua grinta in un giro veloce che ha rasentato la perfezione. La McLaren resta un po’ indietro, con Ricciardo settimo e Norris solamente in nona posizione, davanti all’altra Alpine di Fernando Alonso. Davvero deludente la prestazione di Sergio Perez, ottavo con una Red Bull che ha dimostrato di avere il ritmo dei migliori: il messicano sta facendo fatica ad adattarsi alla RB16B e oggi ha chiuso a nove decimi dal compagno di squadra, facendo anche un testacoda in Q3.

Tutti vicini. Con distacchi minimi, la Q2 è stata una sessione davvero concitata. Le vittime illustri, questa volta, sono state Aston Martin e AlphaTauri. Lance Stroll è andato vicino alla qualificazione nell’ultima manche, ma non ce l’ha fatta per un soffio. Il canadese partirà domani dall’undicesima posizione, mentre Sebastian Vettel scatterà dalla tredicesima. Tra le due monoposto verdi c’è quella blu e bianca di Pierre Gasly, che oggi non ha capitalizzato il potenziale espresso durante le prove libere. andata peggio al compagno di squadra, il rookie giapponese Yuki Tsunoda che partirà dalla sedicesima posizione. Ancora una volta, ottimo lavoro di George Russell che, con una Williams non certo competitiva, è riuscito a conquistare l’ingresso in Q2 e domani partirà dalla quindicesima posizione, mentre il suo compagno di squadra continua ad arrancare e partirà dalla penultima posizione.

I risultati completi sul nostro Speciale F.1