Max Verstappen ha ottenuto il giro più veloce nella terza sessione di prove libere del GP del Portogallo e ha preceduto le due Mercedes di Hamilton e Bottas. Quest’ultima ora di prove ha confermato le sensazioni già raccolte ieri: vedremo una qualifica combattuta e con qualche sorpresa, visti i distacchi davvero serrati, con i primi cinque racchiusi in appena 3 decimi di secondo.

Lotta serrata. La Red Bull potrà contare su due punte a Portimao, con Sergio Perez che ha dimostrato di essere a suo agio sulla RB16B e il quarto tempo di oggi, a soli 20 millesimi da Bottas, ne è la conferma. Il vantaggio che sembra avere la vettura del team anglo-austriaco è nel riscaldare meglio le gomme, su una pista che si conferma con grip molto basso. Ma in qualifica c’è da attendersi una Mercedes altrettanto veloce e non ci sarebbe da sorprendersi se la pole di oggi fosse decisa – ancora una volta – da una manciata di millesimi.

Così in Top 10. La Ferrari, invece, sembra confermarsi come terza forza in Portogallo: Leclerc e Sainz sono divisi da soli 49 millesimi di secondo e sono rispettivamente in sesta e settima posizione. Lo spauracchio per la Rossa potrebbe essere proprio la Alpine che a Portimao sembra essere in grado di esprimere meglio il proprio potenziale, anche grazie al duro lavoro svolto in queste settimane in galleria del vento. Ocon ha chiuso con il quinto tempo, mentre Alonso è molto più indietro solo perché la sua migliore prestazione è stata cancellata per aver superato i track limits. Chi invece sembra un po’ più in difficoltà sono le due McLaren, con Norris a stento ottavo e Ricciardo dodicesimo, mentre in casa AlphaTauri si fatica a trovare il ritmo per stare tra i primi dieci, con Gasly oggi autore del nono tempo, davanti all’Alfa Romo di Raikkonne che chiude la top 10.

I risultati della sessione sul nostro Speciale F.1