Il gruppo Ermenegildo Zegna, da anni legato a un rapporto di collaborazione con FCA per gli interni di lusso (soprattutto delle Maserati), ha annunciato di voler allestire entro il 2025 una flotta aziendale iteramente green: l’obiettivo verrà perseguito attraverso una partnership ad ampio spettro con Stellantis.

I commenti. La nuova car policy dell’azienda di lusso, infatti, prevede la composizione di una lista di vetture aziendali contenente solo modelli ibridi plug-in o full electric, per un parco auto composto, ad oggi, da oltre 200 vetture. Sono molto orgoglioso della partnership con il gruppo Stellantis, con il quale condividiamo valori e la visione per costruire insieme un mondo migliore” ha detto il ceo di Ermenegildo Zegna, Gildo Zegna. Dello stesso tono il commento di John Elkann, presidente di Stellantis: “L’annuncio di oggi è un esempio perfetto della nostra capacità di supportare il gruppo Zegna con auto ecologiche all’avanguardia, verso un obiettivo di emissioni zero per i suoi dipendenti e per la sua supply chain. Anche il ceo del nuovo gruppo automobilistico, Carlos Tavares, ha espresso la propria soddisfazione per l’accordo: Siamo lieti di essere al fianco del gruppo Zegna con la nostra gamma di veicoli green, sicuri e accessibili, composta da 30 modelli Bev e Phev.

Non solo auto. L’impegno del gruppo di abbigliamento maschile di lusso nato nel 1910 a Trivero (Biella) per la riconversione “green” della sua flotta passa anche per altre iniziative: oltre all’installazione di colonnine di ricarica in tutte le proprie sedi, Ermenegildo Zegna sosterrà anche i dipendenti con un maggior contributo aziendale sul canone di noleggio per le auto plug-in e full electric, fornendo una fuel&charge card per la ricarica della batteria. A disposizione dei dipendenti verranno inoltre organizzati dei test drive sulle nuove vetture, durante i quali verranno forniti consigli di guida ecologica per ottimizzare i consumi dei veicoli.