Per il mondo delle quattro ruote, quello dell’Auto dell’Anno è il riconoscimento più ambito in Europa, con una lunga serie di vetture premiate che, dal 1964 al 2020, abbiamo raccolto nella nostra galleria d’immagini. Ora è tutto pronto per conoscere la vincitrice dell’edizione 2021, il cui nome, nonostante la cancellazione del Salone di Ginevra, sarà comunque rivelato nella città elvetica, in un evento a porte chiuse che potrete seguire in diretta su Quattroruote TV e sulla nostra pagina Facebook.

Le finaliste. Come vi abbiamo già annunciato, le sette finaliste impegnate a contendersi il titolo di Auto dell’Anno sono la Citroën C4, la Skoda Octavia, la Cupra Formentor, la Fiat Nuova 500, la Toyota Yaris, la Volkswagen ID.3 e la Land Rover Defender. Lo scorso anno, il premio è andato alla Peugeot 208, che ha interrotto le tre premiazioni di fila di veicoli a ruote alte: la Peugeot 3008 nel 2017, la Volvo XC40 nel 2018 e la Jaguar I-Pace nel 2019.

Ancora un’elettrica? Proprio la I-Pace è una delle due auto disponibili solo con powertrain elettrico che hanno finora vinto il titolo di Car of the Year. L’altra è la Nissan Leaf, vincitrice nel 2011. Senza dimenticare che la 208, campionessa in carica, era stata valutata dai giurati anche nella sua versione elettrica, la e-208. All’elenco di auto a emissioni zero potrebbe quindi aggiungersi una tra la Fiat Nuova 500 e la Volswagen ID.3, se non la Citroën C4, disponibile sì con powertrain tradizionale, ma anche in una variante a emissioni zero denominata ë-C4.

Una seconda volta? L’eventuale premiazione di una tra la 500 e la Yaris rappresenterebbe un bis: la piccola torinese era già stata premiata nel 2008, mentre la giapponese ancora prima, nel 2000. Un’impresa, questa, finora riuscita solo alla Renault Clio, insignita nel 1991 e nel 2006, e alla Volkswagen Golf, vincitrice nel 1992 e nel 2013. Va detto che un eventuale bis dell’italiana ripeterebbe quanto accaduto con il premio La Novità dell’Anno di Quattroruote, già vinto dalla 500 nel 2008 e nel 2021.

Svetta la Fiat. Quello già guadagnato dall’iconica citycar è solo uno dei nove titoli assegnati alla Fiat, il marchio con più Car of the Year conquistati. Se vincesse la 500, peraltro, quello di Torino sarebbe il primo brand ad andare a doppia cifra nella storia del titolo. Nel podio dei marchi con più Coty, la Casa italiana è seguita dalla Peugeot, con sei assegnazioni, mentre al terzo posto troviamo la Ford e la Opel, con cinque titoli ciascuna. Qualora la ID.3 risultasse vincitrice, queste ultime potrebbero essere raggiunte dalla Volkswagen, che ne ha quattro, a sua volta seguita dalla Citroën, anch’essa in lizza, che ne conta invece tre. L’Alfa Romeo e l’Audi sono ferme a due, al pari di Nissan, Rover e Toyota, altra pretendente in quest’edizione. La Volvo compare una sola volta nell’albo d’oro, così come i marchi Lancia, Austin, NSU, Mercedes, Porsche, Jaguar e Chevrolet, che con la Opel si è vista assegnare nel 2012 quello delle gemelle ibride Volt e Ampera. La Land Rover e la Cupra, infine, sono entrambe in attesa del primo titolo, che potrebbe arrivare già con questa edizione.